Da sempre il territorio dell’Arburese è stato percorso da una fitta rete viaria formata da numerosi sentieri, mulattiere e strade carrarecce, accurata opera di una laboriosa popolazione che da secoli ha abitato questi luoghi. Questa affascinante eredità, creata dalla necessità di sfruttare pascoli e accedere a vari siti minerari dislocati su gran parte del territorio è diventata un importante strumento per lo sviluppo di un turismo a diretto contatto con la natura. A tale scopo, una buona parte dell’originale sentieristica è stata ripristinata e resa praticabile anche grazie al contributo del progetto Life Natura ’97 Monte Arcuentu – Dune di Piscinas e del Gal Linas Campidano.

Monte Linas

Monte Linas

Gli itinerari qui proposti creano un’interessante offerta rivolta a tutti gli amanti della natura, dando loro la possibilità di percorrere diverse tipologie di passeggiate: da tranquille escursioni a percorsi più impegnativi, itinerari per appassionati del trekking, delle miniere e dell’ambiente. Un gran numero di piacevoli escursioni che offrono oltre ad un sano esercizio fisico, anche la possibilità di apprezzare ruderi di monumenti di archeologia industriale mineraria, e di osservare i fiori, le piante, gli alberi, gli animali e i numerosi paesaggi dell’Arburese.

Si tratta più precisamente degli itinerari tematici proposti dalla Carta Naturalistica dell’area Monte Arcuentu – Dune di Piscinas, pubblicata in più edizioni (con qualche modifica) fino a qualche anno fa dalla Provincia del Medio Campidano, Assessorato all’Ambiente e Tutela del Territorio.
La carta fornisce un quadro d’insieme della sentieristica tematica presente nel territorio.
Si tratta di un’area peraltro già interessata dal progetto Life Natura ’97 che ha coinvolto le amministrazioni comunali di Arbus, Gonnosfanadiga e Guspini, attualmente impegnate nella gestione dell’area SIC – Sito d’Interesse Comunitario – Monte Arcuentu e Rio Piscinas.

Gregge di capre nelle campagne dell'Arburese

Gregge di capre nelle campagne dell’Arburese

Tra i sentieri e itinerari proposti, particolarmente affascinanti quelli che dalle immediate vicinanze di Arbus conducono dapprima a Ingurtosu e poi alle meravigliose dune di Piscinas. Interessanti per la fauna e la flora presenti anche i sentieri che permettono di raggiungere il Monte Arcuentu che promette una vista panoramica da sogno.
Per ciascun itinerario sono proposti l’indicazione dettagliata della lunghezza, del tempo di percorrenza, del grado di difficoltà e del dislivello in salita e in discesa.

Il territorio sul quale sono tracciati i sentieri si estende per oltre trentamila ettari e comprende, oltre al SIC, l’Oasi di protezione faunistica di Costa Verde. Oltre alla specie che ne riassume l’emblema di tutela, il Cervo Sardo, annovera più di cento diverse specie animali e quaranta vegetali, che costituiscono una percentuale elevata del totale delle specie endemiche della Sardegna.
Tutti gli itinerari hanno in comune la bellezza paesaggistica, naturalistica e storica di questo paradiso senza eguali. Ci scusiamo in anticipo per le eventuali imprecisioni in cui potrete in qualche modo incorrere – ribadiamo che si tratta di itinerari proposti dalla Provincia del Medio Campidano – vi saremmo in ogni caso grati se vorrete proporci correzioni o modifiche.

Sentieri

Informazioni

Interventi sull’ambiente nel territorio