Articoli

Si terrà il 24 e 25 agosto 2019, l’ultimo fine settimana di Agosto, a Montevecchio la 26a edizione della Sagra del Miele.

Un vastissimo programma animerà le due giornate dalla mattina fino alla sera e, anche se il miele sarà il grande protagonista, la sagra non si limiterà al solo prodotto delle api. Spazierà come sempre dallo sport al turismo, alla cultura al paesaggio e all’intrattenimento per grandi e piccoli.

Tutto ciò è reso possibile anche grazie al supporto dei numerosi partner e collaboratori, che accompagneranno i visitatori nelle varie attività.

All’esterno del palazzo della Direzione sarà possibile degustare i mieli che hanno ricevuto attestati di qualità nel 20o concorso mieli tipici della Sardegna accompagnati dalla tradizionale ricotta.

PROGRAMMA XXVI SAGRA DEL MIELE
24 e 25 AGOSTO 2019

SABATO 24 AGOSTO

ore 9:30 – ex Mensa Impiegati
Convegno tecnico “Apicoltura nel Mediterraneo, tra cambiamenti climatici e innovazione sostenibile”
a cura dell’Agenzia Laore Sardegna

A seguire
Concorso Regionale Premio Qualità Mieli tipici della Sardegna
a cura dell’Agenzia Laore Sardegna

ore 10:00 – Palazzo della Direzione della Miniera
Laboratorio di malloreddus e frégula sarda
a cura dell’AUSER Guspini

ore 16:00 – ex Mensa Impiegati
Tavola rotonda ”Il ruolo del’Apicoltura sarda, tra cambiamenti climatici e innovazione sostenibile”
a cura dell’Agenzia Laore Sardegna

ore 16:30 – Piazzale Rolandi
Laboratorio per bambini “Costruttori di api”
a cura di Legambiente-Ceas Montevecchio

ore 17:00 – Palazzo della Direzione della Miniera
Laboratorio di malloreddus e frégula sarda
a cura dell’AUSER Guspini

ore 18:00 – Piazzale Rolandi
“Burro Show”… Unico e inimitabile
Un giocoliere, un clown, un esperto equilibrista, ma più di ogni altra cosa un artista a tuttotondo. Il suo Show senza fiato si pone il solo obiettivo di far dimenticare la routine quotidiana e scappare con la mente nei mondi del divertimento… Spettacolo adatto a tutte le età – a cura di Circo Mano a Mano

ore 18:30 – Piazzale Rolandi
Escursione nell’Areale del Cervo sardo
a cura di Legambiente-Ceas Montevecchio e dell’Agenzia regionale FoReSTAS

ore 19:00 – Piazzale Rolandi
Passeggiata nel borgo di Gennas
a cura dell’Associazione Minatori Sa Mena e di Lugori Scarl
(durata 1 ora, in lingua inglese, francese e tedesca)

ore 19:30-22:00 – Piazzale Rolandi
Nordic Walking Lungo la strada per Ingurtosu
a cura di Nordic Walking Sardegna

DOMENICA 25 AGOSTO

ore 9:30 – fronte Chiesa S. Barbara
Escursione al settore di Levante della Miniera di Montevecchio lungo il Cammino Minerario di Santa Barbara
a cura della Fondazione Cammino Minerario di Santa Barbara

ore 10:00 – 16.00 – Ex Foresteria di Montevecchio
Annullo speciale per il bicentenario della nascita di Giovanni Antonio Sanna
a cura del Comune di Arbus in collaborazione con Poste Italiane

ore 10:00 – Palazzo della Direzione della Miniera
Laboratorio di malloreddus e frégula sarda
a cura dell’AUSER Guspini

ore 16:30 – Piazzale Rolandi
Laboratorio per bambini
“Costruttori di api”
a cura di Legambiente-Ceas Montevecchio

ore 17:00 – Palazzo della Direzione della Miniera
Laboratorio di malloreddus e frégula sarda
a cura dell’AUSER Guspini

ore 18:00 – Piazzale Rolandi
“Bruscus l’uomo forzuto”
Uno spettacolo dal sapore d’altri tempi. Il forzuto Bruscus con la sua assistente Rotella ci porteranno in un’atmosfera di fine ‘800, quando si esibiva la forza e si sfoggiava il diverso. Non mancano i momenti di suspence e grasse risate… Spettacolo adatto a tutte le età – a cura di Circo Mano a Mano

ore 18:00 – Palazzo della Direzione della Miniera
Laboratorio dimostrativo “Dall’oro dell’alveare al bianco delle olive, Chef per una sera”
a cura di Arredamenti Nuove Tecnologie e della Fattoria Didattica Alba (max 10 persone)

ore 18:30 – Piazzale Rolandi
Escursione nell’Areale del Cervo sardo
a cura di Legambiente-Ceas Montevecchio e dell’Agenzia regionale FoReSTAS

ore 19:00 – Piazzale Rolandi
Omaggio a Giovanni Antonio Sanna per il bicentenario della nascita
Targa commemorativa, a cura dell’Amministrazione Comunale di Guspini

Altre attività di Sabato e Domenica:
Lato esterno Palazzo della Direzione

Degustazione dei mieli vincitori della 20^ edizione del Concorso Regionale Mieli tipici di Sardegna
A cura della Pro Loco

Assaggio di pane e ricotta con miele
A cura della Pro Loco

Distribuzione Piantine in fitocella ai bambini
a cura di FoReSTAS

Ex Garage Piazzale Rolandi
orario continuato 9:00-20:30
3^ Mostra scambio di Minerali
A cura del Gruppo Mineralogico Arburese

Palazzo della Direzione

“Collezione Castoldi”

“Donazione Tuveri“

“Fotografie e attrezzi di Miniera”
A cura dell’Associazione Minatori Sa Mena

“I Tesori naturali di un’Isola”
A cura dell’Agenzia FoReSTAS

I Saperi locali: s’unguentu de cera noa.
A cura della Pro loco

Materiali e attrezzature dell’Apicoltura
A cura della Pro loco

Sagra del Miele | Montevecchio 24-25 Agosto 2019

L’evento è organizzato dall’Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Guspini in collaborazione con l’Associazione Pro Loco.

Si ringraziano per la collaborazione:
Arredamenti Nuove Tecnologie
Associazione Sa Mena
Armentizia Moderna
Auser Guspini
Comune di Arbus
Fattoria Alba
Gruppo Mineralogico Arburese
Legambiente Ceas Montevecchio
Lugori Scarl
Nordic Walking Sardegna
Panificio Antonio Piras di Marcello e Claudia Piras

ISPRA, AIPAI, ANIM, ASSOMINERARIA e G&T, con il Patrocinio del Consiglio Nazionale dei Geologi e dei Servizi Geologici Nazionale Europei (EuroGeoSurveys), promuovono anche quest’anno, il 25 e 26 maggio, la XI Giornata Nazionale delle Miniere con un ricco programma sul territorio nazionale, per favorire la fruizione del patrimonio minerario e geologico.

Dopo la positiva esperienza della scorsa edizione, la Miniera di Montevecchio, come ormai tradizione, aderisce anche quest’anno alla giornata riproponendo il connubbio con “una vetrina in miniera”. La giornata sarà curata dalla cooperativa Lugori, in collaborazione con l’Associazione “Sa Mena” e la UnipolSAI.

PROGRAMMA

25-26 MAGGIO 2019

Ore 10.30-19.30
Cantieri di Levante
Una Vetrina in Miniera” Mostra-mercato
di Artigiani e Produttori Gastronomici a Km 0
A cura di Unipol SAI

I Minerali di Montevecchio e non solo”,
Esposizione con sezione speciale dedicata a quelli “a coccarda”,
ed incontro con gli esperti collezionisti

Ore 10.30-13.30
Info Point piazzale Rolandi Montevecchio
…veniamo da Ponente
visita guidata con alcuni ex-minatori

Ore 12.30-15.30
Cantieri di Levante
Pranzo in Miniera”,
con menù a prezzo speciale
per trattenersi all’interno del sito

Domenica 26
Ore 17.00
Manifestazione Cinofila
a cura di Animalandia

Per tutta la durata dell’evento
saranno disponibili, alle normali tariffe di visita,
i percorsi di visita guidata alle strutture minerarie in superficie
il percorso in sottosuolo alla scoperta della galleria Anglosarda

Rally Parco Geominerario della Sardegna

Arbus Guspini Montevecchio
18 – 19 Maggio 2019

Si svolgerà nelle date del 18 e 19 Maggio 2019 la seconda edizione del Rally del Parco Geominerario della Sardegna. La gara, organizzata dalla Mediterranean Team in collaborazione con l’A.S.D. Ogliastra Racing, è stata regolarmente iscritta a calendario da ACI Sport. La gara, valida come Trofeo Miniere e Dune di Piscinas, si disputerà nei territori dei Comuni di Arbus e Guspini.

Programma

Chiusura Iscrizioni: 10/05/2019 alle ore 19:00
Consegna Road Book: 18/05/2019 dalle ore 09:00 alle 13:00 e dalle 14:30 alle 19:00 presso l’Hotel Sa Rocca” – Guspini 
Ricognizioni: 18/05/2019  dalle ore 09:15 alle 19:00 
Verifiche Sportive: 18/05/2019 dalle ore 13:30 alle 18:00 presso Scuola Elementare S. Satta – ingresso cortile via Guglielmo Manconi, Guspini
Verifiche Tecniche: 18/05/2019  dalle ore 14:00 alle 18:30 presso Scuola Elementare S. Satta – ingresso cortile via Guglielmo Manconi, Guspini
Cerimonia di Partenza: 18/05/2019  dalle ore 19:30 presso Piazza XX Settembre, Guspini
Elenco Verificati ed Ammessi alla Partenza: 19/05/2019 alle ore 09:30 presso Direzione Gara e Palco di Partenza 
Partenza: 19/05/2019 alle ore 11:00 presso via della Pineta, Arbus
Arrivo e Premiazioni: 19/05/2019 alle ore 18:15 Borgo di Montevecchio – Piazzale Rolandi

La manifestazione passa da Rally Day a Rally Nazionale valido per la Coppa Italia di Zona ma sempre con la peculiarità di una gara raccolta i cui numeri sono rivelatori.

Le novità
La prova “Guspini-Montevecchio” sarà più lunga rispetto al passato di Km 2,600. Inedita, invece, la prova di “Cortes” con un percorso misto-veloce, che parte a valle del paese di Arbus e termina a ridosso della partenza della prova di “Arbus” che viene confermata integralmente e che sarà incrementata di ulteriori 450 metri, con una sorpresa sul finale.
Le tre prove saranno da ripetere tre volte, per un totale di nove impegni cronometrati per 61,65 chilometri, a fronte del totale del percorso che ne misura 141,14.

Le prove speciali previste sono:
– la Guspini-Montevecchio (Km 7,47) con una prima parte molto guidata con il caratteristico passaggio attraverso la Miniera che poi porta a Montevecchio; una deviazione e una chicane all’interno del borgo per poi immettersi nella SP66 con curve veloci e insidiose per oltre 3 Km.
– la Cortes (Km 5,78) una prova inedita con un percorso misto-veloce, che parte nei pressi della fonte di Santu Domini, poi su in salita, tra curve insidiose, allunghi e una chicane, fino alla SS 126: breve tratto nella Statale prima di immettersi nuovamente nella Strada Comunale verso Cortes. Un tratto veloce in discesa, seguito da uno in salita con alcuni tornanti, caratterizzano la parte finale della speciale che propone nella sua ultimissima fase un’altra chicane.
– la Arbus (Km 7,53) che viene confermata integralmente e sarà incrementata di ulteriori 450 metri, con una sorpresa sul finale: l’ultima chicane all’interno del centro abitato. Un percorso veloce (3 deviazioni e 3 chicane sul percorso), ma alcune curve insidiose e la carreggiata stretta, metteranno in difficoltà i partecipanti.

L’evento è organizzato con il patrocinio dei Comuni di Arbus e Guspini, della Regione Autonoma della Sardegna – Assessorato della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport, dell’Automobile Club d’Italia – Sport, del Coni, dell’Automobile Club Cagliari.

Partecipano all’evento la Grimaldi Lines, la Pro Loco Arbus e l’Istituto di Istruzione Superiore Alberghiero Arbus.

Pagina Facebook della gara per seguire gli aggiornamenti > 2° RALLY DEL PARCO GEOMINERARIO

Pagine ufficiali dell’evento

www.mediterraneanteam.it | www.rallyparcogeominerario.com

Monumenti aperti 2019
Il paese di Arbus si prepara per l’edizione 2019 di Monumenti Aperti.

Il tema di Monumenti Aperti 2019 è Radici al futuro, ovvero ciò che ci appartiene come storia e su cui poggia il domani delle comunità. Trae ispirazione dalle politiche europee tese a valorizzare l’intero patrimonio culturale tangibile, intangibile e digitale, accessibile e inclusivo. A partire da queste riflessioni, la campagna di comunicazione di questa edizione mette al centro della riflessione le giovani generazioni, considerati i protagonisti di un ampio percorso di confronto con il patrimonio del passato che porta alla consapevolezza di quello che si sta costruendo oggi anche in termini di lascito per il futuro. Il giovane assorto e accovacciato sul tronco mantiene un contatto con un albero che, imponente e per questo “monumento” di linfa vitale, trasmette ancora vita, conoscenza, solidità e sicurezza e stimola conoscenza, passaggio, appartenenza e futuro. L’albero forte e secolare mantiene unito il terreno grazie alle sue potenti radici e al tempo stesso assicura alla vita che si sviluppa intorno a lui stabilità, sostenendo con forza lo sguardo sul futuro delle nuove generazioni che accolgono il testimone e ne fanno capitale culturale di crescita.

Monumenti Aperti ad Arbus

Casa Museo del Coltello Sardo | Arbus, Via Roma 15
Nato da un’idea del coltellinaio Paolo Pusceddu (figlio di Mario, maestro fabbro ferraio) e realizzato in un antico fabbricato risalente al 1700, ospita pezzi della tradizione sarda (con il tipico coltello dei pastori “Arburesa”) risalenti fino al 1500, e pezzi unici dei più importanti coltellinai sardi. Importante attrattiva il coltello più pesante del mondo (kg. 295 per 4,85 metri), registrato nel Guiness dei Primati nel 1987. Annesso al Museo l’antico laboratorio del coltellinaio con gli attrezzi del passato.
Visita guidata a cura di: Studenti Scuola Primaria Istituto Comprensivo “P. Leo” Arbus

Pinacoteca Florisserra Vinci | Arbus, Vico V Repubblica 12
La Pinacoteca Florissera Vinci ospita, in un edificio dei primi del ‘900, le opere dell’artista locale Giuseppe Florisserra, ideatore della tecnica di pittura denominata «goccismo», il cui lavoro ha ricevuto svariati riconoscimenti, anche internazionali. Nel cortile d’ingresso sono visibili delle sculture. Al piano terra sono in esposizione 16 quadri mentre al primo piano si possono ammirare 45 quadri e 6 sculture, oltre che visitare lo studio di lavoro dell’artista.

Nuraghe Cugui | Arbus, Loc. Cugui, a 500 m. dall’uscita, direzione Fluminimaggiore – S.S. 126 – km. 82.400
A circa 500 metri dalla S.S. 126, al km. 82.400 e su di un colle di circa 400 m., si trova il nuraghe di Cugui che, appoggiandosi a sud su uno strapiombo naturale di notevole altezza e circondato da suggestive distese boschive, domina un paesaggio aereo a 360 gradi nel quale spicca il centro abitato di Arbus.
Alle falde del colle è presente una fonte di acqua sorgiva perenne denominata “sa Mitza ‘e Canau”. Nel sito furono trovate tracce insediative di età prenuragica con resti culturali pertinenti alle culture di San Ciriaco (3400-3200 a.C.), San Michele di Ozieri (3200-2850 a.C.) e Monte Claro (2400-2100 a.C.). Il nuraghe (classificato come protonuraghe) presenta uno sviluppo planimetrico di forma elittica ed è costituito da due grandi torri, da una centrale più contenuta e da un corridoio d’ingresso
che porta all’interno del cortile. Nelle vicinanze sono presenti dei menhir.
Visita guidata a cura di: Gruppo Archeol. Cugui Arbus, Studenti Liceo “Piga” Villacidro

Stele Lord Brassey | Ingurtosu
La stele dedicata a Lord Thomas Allnutt Brassey, morto a Londra nel 1919, è ubicata ai piedi della scalinata che conduce alla Chiesa di Santa Barbara. I lavoratori delle miniere di Gennamari e Ingurtosu si auto finanziarono e posero in opera la stele commemorativa. In stile neogotico e realizzata in breccia sarda, di forma prismatica, è poggiata su una base quadrangolare sulla quale si evidenziano agli angoli i leoni rappresentativi del Regno Unito.
Visita guidata a cura di: Studenti Scuola Secondaria Istituto Comprensivo “P. Leo” Arbus

Dopo Lavoro Impiegati | Ingurtosu – Piazza Cantina
La Società Mineraria era proprietaria dei magazzini, chiamati comunemente “Cantina”. In queste cantine il minatore trovava tutto quanto poteva occorrergli, dai viveri al vestiario, dagli stivali in gomma all’indispensabile lampada per lavorare nell’oscurità delle gallerie. Ancor oggi lo spiazzo antistante l’ex spaccio di Ingurtosu viene denominato col toponimo “piazza Cantina”. Qui sorsero poi vari edifici tra cui l’ufficio postale (prima Pozzo Ingurtosu), il panificio, lo spaccio, la macelleria, la caserma. Nella piazza si affaccia l’imponente Palazzo della Direzione. Nella ex Mensa/Circolo impiegati sorge il bassorilievo dedicato a Giovanni Valt, risalente al 1951.
Visita guidata a cura di: Studenti Scuola Secondaria Ist. Comprensivo “P.Leo” Arbus

Pozzo Gal | Ingurtosu
Pozzo Gal (dal cognome di un dirigente della Penarroya, che intorno agli anni ‘20 gestiva le miniere tramite la Società Pertusola) era finalizzato alla coltivazione in sotterraneo del filone Brassey, continuazione del filone Montevecchio coltivato nelle omonime miniere e che con la sua estensione di 8 Km rappresentò la più importante manifestazione metallo genica filoniana della Sardegna. Il sito consente, tramite tecniche multimediali, un’immersione nella storia della miniera e della sua gente.
Visita guidata a cura di: C.E.A.S. Ingurtosu, Studenti Scuola Secondaria Ist. Comp. “P.Leo” Arbus

Torre Nuova | Capo Frasca
La Torre nuova, è ubicata presso il promontorio di Capo Frasca, a sud del Golfo di Oristano, all’interno del Poligono militare dell’Aeronautica. L’area in cui ricade è situata all’interno del Sito di Interesse Comunitario Stagno di Corru S’Ittiri ed è sottoposta, ai vincoli paesaggistico e derivanti dal PPR per la presenza di beni storico culturali relativi ai periodi prenuragico, nuragico e romano. Non si hanno notizie esatte sull’anno della sua costruzione per cui il probabile periodo di edificazione della stessa sarebbe compreso tra il 1577 e il 1639. La struttura, costruita con pietre laviche e tufi basaltici legati con malta di calce e inserimento di zeppe litiche e fittili, presenta una pianta circolare, un tamburo alla base e 5 originari archi interni, realizzati in mattoni pieni, che sorreggevano la copertura del terrazzo. La costruzione in origine doveva avere probabilmente una volta a cupola ora non più visibile in quanto crollata.
Visita guidata a cura di: C.E.A.S. Ingurtosu, Ass. Arbus 2020

Scarica guida alla manifestazione locale: Monumenti Aperti Arbus – Guspini 2019

Monumenti Aperti è organizzato da Imago Mundi – Associazione Culturale Onlus
Pagina ufficiale dell’evento: www.monumentiaperti.com

La Sagra del Miele, nel fantastico scenario di Montevecchio, si svolgerà quest’anno nelle date del 14 e 15 Luglio. La manifestazione da più lustri unisce la filiera del miele a una dimensione turistica per una valorizzazione del territorio, delle sue specificità culturali e paesaggistiche.
Giunta alla 25^ edizione, la Sagra del Miele è organizzata dal Comune di Guspini con l’Associazione Proloco Guspini, con la collaborazione dell’Agenzia Regionale Laore e di diverse realtà associative del territorio.
Un ricco programma animerà le due giornate dalla mattina fino alla sera, con la filiera del miele come protagonista a cui farà da cornice una serie di iniziative che promuovono con la conoscenza del prodotto quella, in chiave turistica, del territorio, attraverso eventi culturali, sportivi, educazione ambientale, laboratori e intrattenimento per grandi e piccoli, anche grazie al supporto dei numerosi partner e collaboratori.

All’esterno della Palazzina della Direzione di Montevecchio si potranno degustare i mieli che hanno ricevuto gli attestati di qualità nel 19^ Concorso Mieli Tipici della Sardegna, accompagnati dalla tradizionale ricotta.
Novità importante è la 2^ edizione della Mostra Scambio di Minerali curata dal Gruppo Mineralogico Arburese. Dopo l’esordio dello scorso settembre la Mostra accoglierà i visitatori della Sagra per accompagnarli alla scoperta del meraviglioso mondo dei cristalli nella cornice del borgo di Gennas, nato in una delle più importanti miniere d’Europa.

Il programma della XXV Sagra del Miele


14 LUGLIO
ore 9:30 – ex Mensa impiegati
Convegno tecnico di Apicoltura
a cura dell’Agenzia Laore Sardegna
A seguire
Concorso regionale Premio Mieli tipici
a cura dell’Agenzia Laore Sardegna

ore 15:00 – ex Mensa impiegati
Proiezione del documentario “Abieris e abis”
di Greca Natascia Meloni, dottoranda all’Università di Vienna in Antropologia Visuale

ore 16:00 – ex Mensa impiegati
Tavola rotonda
“Valorizzazione del comparto apistico”

ore 16:30 – Piazzale Rolandi
Laboratorio per bambini
“Colora e ritaglia la tua ape”
a cura di Legambiente-Ceas Montevecchio

ore 17:00 – Palazzo della Direzione
Laboratorio
“Aromi naturali in casa”
a cura della Fattoria Didattica Alba

ore 18:00 – Piazzale Rolandi
“Circo all’arrembaggio”
Spettacolo per tutte le età con l’artista di strada
Adoliere – una Produzione Teatro del Sottosuolo

ore 18:30
Visita al borgo di Gennas
a cura dell’Associazione Minatori Sa Mena e di Lugori Scarl
(durata 1 ora, in lingua inglese, francese e tedesca)

ore 19:00 – Piazzale Rolandi
Esibizione Gruppo Folk
a cura del Gruppo Folk Montegranatico Guspini

ore 19:30-22:00
Nordic Walking Lungo la strada per Ingurtosu
a cura di Nordic Walking Sardinia

15 LUGLIO
ore 17:00 – Palazzo della Direzione
Laboratorio
“Architettura naturale nella casa mediterranea” – Salute e Armonia
a cura di Arredamenti Nuove Tecnologie.

ore 18:00 – Piazzale Rolandi
“Circo all’arrembaggio”
Spettacolo per tutte le età con l’artista di strada
Adoliere – una Produzione Teatro del Sottosuolo

ore 19:00
Escursione nel “Sentiero del Minatore”
a cura di Legambiente-Ceas Montevecchio
(durata 1 ora)

ALTRE ATTIVITÀ DEL 14 E 15 LUGLIO
LATO ESTERNO PALAZZO DELLA DIREZIONE
Degustazione dei mieli vincitori della 19^ edizione del Concorso Regionale Mieli tipici di Sardegna – a cura della Pro Loco
Assaggio di pane e ricotta con miele – a cura della Pro Loco
Distribuzione Piantine in fitocella ai visitatori a cura di FoReSTAS

EX GARAGE – ORARIO CONTINUATO DALLE 09.00 ALLE 20.30
II Mostra scambio di Minerali
a cura del Gruppo Mineralogico Arburese

PALAZZO DELLA DIREZIONE – ORE 9-13 E 15-20.30
“Collezione Castoldi”
“Donazione Tuveri“

“Fotografie e attrezzi di Miniera”
A cura dell’Associazione Minatori Sa Mena

“I Tesori naturali di un’Isola”
A cura dell’Agenzia FoReSTAS

I Saperi locali: s’unguentu de cera noa
A cura della Pro loco

Mostra “Materiali e attrezzature dell’apicoltura”
A cura della Pro loco

Mostra “Il pane della Sardegna tra sacralità e ritualità”
A cura del Servizio Civile Nazionale UNPLI

La Sagra del Miele è organizzata dalla Pro Loco Guspini in collaborazione con il Comune di Guspini.

L’ampio programma è reso possibile anche grazie al supporto dei numerosi partner e collaboratori, che accompagneranno i visitatori nelle varie attività previste.

Monumenti aperti 2018
Il paese di Arbus si prepara per l’edizione 2018 di Monumenti Aperti.

Il tema di quest’anno della manifestazione, giunta alla XXII edizione, si lega all’Anno Europeo del Patrimonio Culturale 2018, un’occasione importante per misurarsi con le sfide e gli orizzonti culturali che l’Unione Europea ha tracciato. L’interpretazione di Imago Mundi, con il Comitato Scientifico Promotore, tenendo conto della decisione del Parlamento e del Consiglio Europeo, segna una svolta che “estende” il concetto di patrimonio comune, arricchendolo di prospettive di contaminazione che integrano le varie «forme di risorse ereditate dal passato» nella più ampia accezione…
[www.monumentiaperti.com/it/il-tema-del-2018/]

Saranno visitabili:

Casa Museo del Coltello Sardo
via Roma 15
Nato da un’idea del coltellinaio Paolo Pusceddu (figlio di Mario, maestro fabbro ferraio) e realizzato in un antico fabbricato risalente al 1700, ospita pezzi della tradizione sarda (con il tipico coltello dei pastori “Arburesa”) risalenti fino al 1500, e pezzi unici dei più importanti coltellinai sardi. Importante attrattiva il coltello più pesante del mondo (kg. 295 per 4,85 metri), registrato nel Guiness dei Primati nel 1987. Annesso al Museo l’antico laboratorio del coltellinaio con gli attrezzi del passato.
Visita guidata a cura di: Studenti Scuola Primaria Istituto Comprensivo “P. Leo” Arbus

Chiesa di San Sebastiano
Piazza Immacolata
La Chiesa Parrocchiale di San Sebastiano, di cui si hanno notizie già dal 1450, è in stile barocco, poi modificato, con una pianta a navata unica e diverse cappelle aperte. L’aspetto attuale della facciata risale ai lavori di restauro del 1895, durante i quali fu definito il campanile così com’è ora. All’interno troviamo il fonte battesimale in marmo, isalente al 1778, mentre del 1701 è la statua di San Sebastiano, di scuola cagliaritana. È presente anche un organo a canne, risalente al 1665.
Visita guidata a cura di: Studenti Scuola Primaria Istituto Comprensivo “P. Leo” Arbus

Pinacoteca Florisserra Vinci
Vico V Repubblica 12
La Pinacoteca Florissera Vinci ospita, in un edificio dei primi del ‘900, le opere dell’artista locale Giuseppe Florisserra, ideatore della tecnica di pittura denominata «goccismo», il cui lavoro ha ricevuto svariati riconoscimenti, anche internazionali. Nel cortile d’ingresso sono visibili delle sculture. Al piano terra sono in esposizione 16 quadri mentre al primo piano si possono ammirare 45 quadri e 6 sculture, oltre che visitare lo studio di lavoro dell’artista.

Montegranatico
Piazza Immacolata
Le prime notizie sulla sua presenza risalgono al 1763. Su due livelli, ha muratura in granito con all’interno degli archi acuti che delimitano gli ambienti mentre i soffitti sono in legno a vista, con travi di castagno. Sono presenti delle piccole aperture esterne dotate di inferriate.
Sul frontone dell’ingresso si legge “VENITE, EMITE ABSQUE ARGENTO, MAGNUM PIETIS OPUS” che in latino significa “VENITE, COMPRATE SENZA DENARO. GRANDE OPERA DI PIETA’”, intendendo così che i contadini potevano avere in prestito del grano e che sempre col grano dovevano saldare il debito. I Monti Granatici, voluti dall’Amministrazione Piemontese, nacquero per continuare l’opera degli Spagnoli, gestita dai parroci. L’istituzione giungerà sino alla fine dell’ ‘800 trasformandosi in Cassa Ademprivile, confluendo nel 1928 nell’Istituto di Credito Agrario per la Sardegna, assorbito verso gli anni ’50 dal Banco di Sardegna. All’interno ospita una mostra temporanea sulla vita di Pietro Leo, illustre cittadino arburese che si affermò in campo italiano ed europeo innovando e riformando le conoscenze mediche del suo tempo, ed una mostra di reperti archeologici rinvenuti sui fondali delle coste arburesi.
Visita guidata a cura di: Gruppo Archeologico Cugui, Università Terza Età, Studenti Scuola Primaria Ist. Compr. “P.Leo” Arbus, Studenti Ist. Alberghiero Arbus

Nuraghe Cugui
Loc. Cugui, a 500 m. dalla S.S. 126 – km. 82.400
A circa 500 metri dalla S.S. 126, al km. 82.400 e su di un colle di circa 400 m., si trova il nuraghe denominato Cugui che, appoggiandosi a sud su uno strapiombo naturale di notevole altezza e circondato da suggestive distese boschive, domina un paesaggio aereo a 360 gradi nel quale spicca il centro abitato di Arbus.
Alle falde del colle è presente una fonte di acqua sorgiva perenne denominata “sa Mitza ‘e Canau”. Nel sito furono trovate tracce insediative di età prenuragica con resti culturali pertinenti alle culture di San Ciriaco (3400-3200 a.C.), San Michele di Ozieri (3200-2850 a.C.) e Monte Claro (2400-2100 a.C.). Il nuraghe (classificato come protonuraghe) presenta
uno sviluppo planimetrico di forma ellittica ed è costituito da due grandi torri, da una centrale più contenuta e da un corridoio d’ingresso che porta all’interno del cortile. Nelle vicinanze sono presenti dei menhir.
Visita guidata a cura di: Gruppo Archeol. Cugui Arbus, Studenti Liceo “Piga” Villacidro

Chiesa di Santa Barbara
Ingurtosu
Circondata da un piazzale al quale si accede per mezzo di una lunga scalinata in granito, la chiesa (voluta da Sir Thomas Brassey) fu inaugurata il 21 maggio 1916 ed è divisa in tre navate. Per la sua costruzione da parte dell’Amministrazione Mineraria il Papa Pio X offrì 20.000 lire. Nel 1957 venne realizzata la Via Crucis che dalla chiesa, lungo un sentiero immerso nel verde, arriva fino ad un complesso roccioso naturale, sul quale sono state erette le tre croci del Calvario.
Visita guidata a cura di: Studenti Scuola Secondaria Istituto Comprensivo “P. Leo” Arbus

Pozzo Gal – NON VISITABILE
Ingurtosu
Pozzo Gal (dal cognome di un dirigente della Penarroya, che intorno agli anni ‘20 gestiva le miniere tramite la Società Pertusola) era finalizzato alla coltivazione in sotterraneo del filone Brassey, continuazione del filone Montevecchio coltivato nelle omonime miniere e che con la sua estensione di 8 Km rappresentò la più importante manifestazione metallo genica filoniana della Sardegna. Il sito consente, tramite tecniche multimediali, un’immersione nella storia della miniera e della sua gente.
Visita guidata a cura di: C.E.A.S. Ingurtosu, Studenti Scuola Secondaria Ist. Comp. “P.Leo” Arbus

Foresteria Dirigenti
Montevecchio
La Foresteria per gli ingegneri e dirigenti della miniera, costruita a Montevecchio nel 1930 insieme al fabbricato destinato agli alloggi degli impiegati, rappresenta un complesso unitario fatto di ambienti spaziosi, ariosi loggiati d’ingresso e apparati decorativi che sono tipici delle residenze urbane dei quartieri ottocenteschi delle grandi città. Attualmente la Foresteria ospita la Collezione di diorami Dellacà, che riproducono la vita mineraria in varie epoche storiche, e l’esposizione di campioni di minerale, allestita a suo tempo dalla Montevecchio – Società Italiana del Piombo e dello Zinco, che comprende centinaia di pezzi provenienti sia dai giacimenti della zona che minerario da altri siti minerari italiani ed esteri.
Visita guidata a cura di: C.E.A.S. Ingurtosu, Studenti Scuola Secondaria Ist. Comprensivo “P.Leo” Arbus

Torre Nuova
Capo Frasca
La Torre nuova, è ubicata presso il promontorio di Capo Frasca, a sud del Golfo di Oristano, all’interno del Poligono militare dell’Aeronautica.
L’intera area ricade all’interno del Sito di Interesse Comunitario Stagno di Corru S’Ittiri ed è sottoposta, ai vincoli paesaggistico e derivanti dal PPR per la presenza di beni storico culturali relativi ai periodi prenuragico, nuragico e romano. Non si hanno notizie esatte sull’anno della sua costruzione per cui il probabile periodo di edificazione della stessa sarebbe compreso tra il 1577 e il 1639. La struttura, costruita con pietre laviche e tufi basaltici legati con malta di calce e inserimento di zeppe litiche e fittili, presenta una pianta circolare, un tamburo alla base e 5 originari archi interni, realizzati in mattoni pieni, che sorreggevano la copertura del terrazzo. La costruzione in origine doveva avere probabilmente una volta a cupola ora non più visibile in quanto crollata.
Visita guidata a cura di: C.E.A.S. Ingurtosu, Ass. Arbus 2020

EVENTI SPECIALI | ARBUS
Montegranatico
Sabato 12 dalle 16.00 alle 20.00 e domenica 13 dalle 10.00 alle 19.00
Mostra documentale sulla storia di Arbus
Mostra di documenti, fotografie e altri reperti storici appartenuti al territorio di Arbus tra il 1850 e il 1950, con la partecipazione
della scuola primaria Istituto Pietro Leo e dell’Istituto Professionale Alberghiero di Arbus.

Orari e disposizioni

I monumenti saranno visitabili gratuitamente, il pomeriggio di sabato dalle 16.00 alle 20.00 e la domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00.
Per la visita ai siti si consigliano abbigliamento e scarpe comode.

Le visite alle chiese saranno sospese durante le funzioni religiose.

È facoltà dei responsabili della manifestazione limitare o sospendere in qualsiasi momento, per l’incolumità dei visitatori o dei beni, le visite ai monumenti.
In alcuni siti la visita potrà essere parziale per ragioni organizzative o di afflusso.
Torre Nuova sarà visitabile in barca con servizio navetta da Marceddì solo domenica 13 dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 16. Si consiglia prenotazione ai numeri 3929581636 – 3406428798

Monumenti Aperti 2018 | Arbus - 12, 13 Maggio 2018

Visualizza e scarica la cartina sfogliabile

www.monumentiaperti.com
www.monumentiaperti.com/it/comuni-della-xxii-edizione/arbus/

#MonumentiAperti2018
#EuropeForCulture

Escursione lungo il Cammino Minerario di Santa Barbara

Lavoro in cammino | Dai basalti colonnari di Guspini ai graniti e al Museo del Coltello Sardo di Arbus, fino alla Tomba dei Giganti di San Cosimo nel territorio di Gonnosfanadiga.

Lavoro in Cammino - Escursione lungo il Cammino Minerario di Santa Barbara

 

LAVORO IN CAMMINO – DOMENICA 29 APRILE 2018

Ore 8.30: Raduno e registrazione dei partecipanti presso cava dei basalti colonnari – Via Spano 19, Guspini

Ore 9.00: Partenza dell’escursione

Ore 11.30: Arrivo ad Arbus, visita al Museo del Coltello Sardo e alla Chiesa della Beata Vergine Maria Regina, dove è custodita l’icona originaria di Santa Barbara scritta dalle Monache Clarisse del Monastero del Buon Cammino di Iglesias

Ore 13.30: Arrivo alla Tomba dei Giganti di San Cosimo in territorio di Gonnosfanadiga, visita guidata al monumento preistorico


Nei pressi del sito archeologico potrà essere consumato un pasto col contributo di € 5.-  predisposto dalle associazioni Pro Loco di Gonnosfanadiga, Arbus e Guspini, previa prenotazione.
Per il recupero delle auto a Guspini è disponibile un bus navetta.

 

L’ESCURSIONE È GRATUITA E OGNUNO PARTECIPA SOTTO LA PROPRIA RESPONSABILITÀ

Per info e prenotazioni:
E-mail: info@camminominerariodisantabarbara.org – Tel. 0781 24132
Pro Loco Arbus 3496296942, Gonnosfanadiga 0709797129, Guspini 070970384

LAVORO IN CAMMINO – L’escursione è organizzata dalla Fondazione Cammino Minerario di Santa Barbara con la collaborazione delle associazioni Pro Loco di Arbus, Guspini e Gonnosfanadiga e il patrocinio dei Comuni di Arbus, Guspini e Gonnosfanadiga, del Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale e della Regione Autonoma della Sardegna.

Rally Parco Geominerario della Sardegna
⚠️⚠️⚠️ Con profondo dispiacere gli organizzatori dell’evento comunicano che per motivi tecnico amministrativi, il 1° Rally del Parco Geominerario della Sardegna, fissato originariamente per il 10-11 Marzo, viene rinviato al 23-24 Giugno 2018, confermando fin da ora che il programma e il format di gara rimarranno invariati. ⚠️⚠️⚠️

Rally Parco Geominerario della Sardegna

Arbus – Guspini – Montevecchio

23-24 Giugno 2018

 

Arriva una piacevole novità in questo 2018 per gli appassionati di motori del Sud Sardegna: nasce il Rally Parco Geominerario della Sardegna.
La gara, organizzata dalla Mediterranean Team in collaborazione con l’A.S.D. Ogliastra Racing, è stata regolarmente iscritta a calendario da ACI Sport e si correrà nelle date del 23 e 24 Giugno 2018 (in programma originariamente per il 10 e 11 Marzo 2018 è stato rinviato dagli organizzatori con comunicato del 05 Marzo 2018).

La gara, valida come Trofeo Miniere e Dune di Piscinas, si disputerà nei territori dei Comuni di Arbus e Guspini e sarà strutturata su 10 prove speciali per un totale di 76 km di speciali tutte su fondo asfaltato.

Il programma della gara prevede nella giornata di sabato l’effettuazione di sei prove speciali (due prove con tre ripetizioni), con l’ultimo passaggio da disputarsi con le fanaliere, le prove previste sono la Guspini-Montevecchio (Km 4.87) e la Arbus (Km 10.81), con due parchi assistenza a Guspini.
La prima andrà a snodarsi attorno alle aree delle miniere di Montevecchio, mentre la seconda si svolgerà nelle campagne circostanti il paese di Arbus.

La domenica invece saranno quattro le speciali previste (due prove con due ripetizioni): Costa Verde (Km 7.07) e Monte Arcuentu (Km 8.22), prove impegnative e insidiose nel territorio dell’Arburese prospiciente il mare della Costa Verde, con un trasferimento che in parte lambisce il mare nella panoramica tra Portu Maga e Gutturu ‘e Flumini (Marina di Arbus).

1° Rally Parco Geominerario della Sardegna | Arbus - Guspini - Montevecchio | 10-11 Marzo 2018

 

Programma manifestazione

Rally Parco Geominerario della Sardegna – Trofeo Miniere e Dune di Piscinas

Apertura iscrizioni > Nuoro 11 Febbraio 2018, ore 09:00
Chiusura iscrizioni > Nuoro 05 Marzo 2018, ore 18:00
Distribuzione Road Book > Arbus 09 Marzo 2018 – Via Repubblica 172
c/o Hotel Meridiana, dalle ore 09:00 alle ore 13:00 e dalle 14:00 alle 19:00
Ricognizioni con Vetture di Serie > 09 Marzo 2018, dalle ore 09:00 alle ore 19:30
Distribuzione Targhe e Numeri di Gara > Guspini 10 Marzo 2018 – Via San Nicolò 15, dalle ore 08:30 alle ore 13:00
Verifiche Sportive > Guspini 10 Marzo 2018 – Via San Nicolò 15, dalle ore 08:30 alle ore 13:00
Verifiche tecniche > Guspini 10 Marzo 2018, dalle ore 08:30 alle ore 13:00
Partenza > Arbus 10 Marzo 2018, ore 15:00
Arrivo > Montevecchio 11 Marzo 2018, ore 12,50 – Fronte Palazzina della Direzione
Premiazione > SP 66 Miniera di Montevecchio 11 Marzo 2018, ore 14:45 – Ex locali Torneria e Aggiustaggio

 

L’evento è organizzato con il patrocinio dei Comuni di Arbus e Guspini, della Regione Autonoma della Sardegna – Assessorato della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport, dell’Automobile Club d’Italia – Sport, del Coni e dell’Automobile Club Cagliari.

Collaborano all’evento la Pro Loco Arbus, e l’Istituto di Istruzione Superiore Alberghiero Arbus.

Pagina Facebook della gara > Rally del Parco Geominerario

 

23 Settembre 2017, Miniera di Montevecchio – Giornata Europea del Patrimonio.

Montevecchio – La miniera dei Sanna-Castoldi

UN FILO ARGENTATO CHE UNISCE INDUSTRIA, NATURA E CULTURA

Si svolgerà sabato 23 Settembre l’edizione 2017 delle Giornate Europee del Patrimonio nella miniera di Montevecchio. Le Giornate Europee del Patrimonio (GEP) sono promosse dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

A Montevecchio sono previste diverse iniziative: sarà possibile visitare i Cantieri di Levante con i minatori dell’Associazione “Sa Mena”, sarà presentato il libro di Paolo Fadda “Montevecchio, l’Ingegnere che la fece più grande”, ci sarà un concerto per 34 corde nella Chiesa di Santa Barbara (sul retro della Palazzina della Direzione) e ci saranno inoltre due mostre: una fotografica e documentaria e l’altra di minerali e fossili che durerà fino al 24 settembre.

Il programma della giornata a Montevecchio

h 9,00 Pozzo Sant’Antonio
Visita alla scoperta dei Cantieri di Levante
a cura dell’Associazione Minatori “Sa Mena”

h 11,00 Ex Mensa Impiegati
“Montevecchio, l’Ingegnere che la fece più grande”
Presentazione del libro (Carlo Delfino editore) con l’autore Paolo Fadda
e la partecipazione dell’economista Paolo Savona
e del Commissario del Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna Tarcisio Agus
modera Luciano Ottelli

h 16:00 – 24:00: Piazzale Rolandi
“Un sorso di…Birras”
Saranno presenti i Birrifici Artiginali:
4 Mori – La Volpe il Luppolo – Terrantiga – Chemu
Dalle h 19,00 – Musica dagli stand
Su Murzu (Apericena del borgo)
con birrifici artigianali, intrattenimento musicale e “su murzu”
a cura della Proloco Guspini

h 17,30 Chiesa di Santa Barbara
Guitar Six – Concerto per 34 corde
con Massimo Ferra (chitarra), Luciano Casu (chitarra), Gianluca Locci (chitarra), Marcello Floris (chitarra), Mattia Orrù (chitarra), Massimo Tore (contrabbasso)

Durante la giornata:

– Palazzina della Direzione, piano terra
Mostra fotografica e documentaria
a cura dei volontari del SCN

– Piazzale Rolandi – “Ex garage mezzi Montevecchio”
Mostra-scambio di minerali e di fossili – 23-24 settembre
orario 9.00/13.00 – 16.00/20.30
a cura del Gruppo Mineralogico Arburese

Montevecchio - La miniera dei Sanna-Castoldi Giornate Europee del Patrimonio 2017

All’iniziativa interverrà l’economista Paolo Savona; saranno presenti i Castoldi, eredi di Giovanni Antonio Sanna, che proseguirono l’avventura mineraria dell’unico imprenditore minerario isolano che seppe tenere testa alle società minerarie francesi, tedesche e inglesi attive in quegli anni nell’Isola.

L’opera di Paolo Fadda “Montevecchio – L’Ingegnere che la fece più grande” completa la precedente intitolata “L’Uomo di Montevecchio”, dedicata all’imprenditore Giovanni Antonio Sanna.

L’evento è organizzato dal Comune di Guspini, con il patrocino e il supporto del Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna, con la collaborazione dell’Associazione Pro Loco Guspini, della Cooperativa Lugori, dell’Associazione Sa Mena, del Gruppo Mineralogico Arburese e della Cappellania di Santa Barbara Montevecchio.

Giornate Europee del Patrimonio

23 e 24 settembre 2017

Ogni anno il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo promuove le Giornate Europee del Patrimonio (GEP) in Italia.
Le Giornate Europee del Patrimonio (GEP) sono una manifestazione promossa dal 1991 dal Consiglio d’Europa e dalla Commissione Europea con l’intento di potenziare e favorire il dialogo e lo scambio in ambito culturale tra le Nazioni europee. Si tratta di un’occasione di straordinaria importanza per riaffermare il ruolo centrale della cultura nelle dinamiche della società italiana.

[http://musei.beniculturali.it/eventi/giornate-europee-del-patrimonio]

#GEP2017
#culturaèpartecipazione
#culturaenatura
#culturaction

Informazioni sulle miniere di Montevecchio: www.arbus.it/montevecchio

La 24^ edizione della Sagra del Miele si svolgerà quest’anno nelle date del 15 e 16 Luglio 2017. Saranno due giornate animate dalla mattina alla sera nel fantastico scenario degli edifici minerari di Montevecchio. Grande protagonista sarà il miele, ma ci sarà spazio anche per sport, turismo, cultura, con momenti di intrattenimento per grandi e piccini.

All’esterno della Palazzina della Direzione di Montevecchio sarà possibile degustare i mieli che hanno ricevuto attestati di qualità nel 18° Concorso Mieli tipici della Sardegna. Sarà possibile accompagnarli con la tradizionale ricotta.

 

Il programma

Sabato 15 luglio 2017

9:30 – ex Mensa impiegati: Convegno Tecnico di Apicoltura a cura di Agenzia Laore Sardegna
a seguire Concorso regionale Premio Mieli tipici

16:00 – Tavola rotonda

16:30 – Laboratorio per bambini “Colora e ritaglia la tua ape” palloncini caramelle e altro
a cura di Legambiente-Ceas Montevecchio

17:00-19:00Tiro con l’arco a cura di Lugori Scarl

17:30 – Laboratorio di Giocoleria per famiglie – a cura di Cristian De Logu – Circovagando

18:30 – Spazio antistante la Chiesa di Santa Barbara: Presentazione del libro “La lingua dei Santi
con l’autrice, l’antropologa Alessandra Guigoni, e la partecipazione di Daniela Ducato

18:30Visita al borgo di Gennas a cura dell’Associazione Minatori Sa Mena e di Lugori Scarl
(1 ora, in lingua inglese, francese e tedesca)

19.30Concerto vocal pop a cappella con gli “Hic et nunc” di Cagliari e gli “Off key” di Guspini

19:30 – 22:00  – Nordic Walking lungo la strada che porta da Montevecchio a Ingurtosu a cura di Nordic Walking Sardegna

Domenica 16 luglio 2017

16:00 – Laboratorio per bambini “Colora e ritaglia la tua ape” palloncini caramelle e altro
a cura di Legambiente-Ceas Montevecchio

17:30 – Laboratorio “Percorso sensoriale guidato ai sapori e profumi di Sardegna ed al miele
a cura di Fattoria Didattica Alba e Arredamenti Nuove Tecnologie
(1 ora, max 10 persone su prenotazione 3402449376)

18:00 – Spettacolo “Juggling follies”, giocoleria e clownerie per tutte le età, di e con Cristian De Logu

24^ Sagra del Miele - Montevecchio, 15 - 16 Luglio 2017

 

La Sagra del Miele è organizzata dalla Pro Loco Guspini in collaborazione con il Comune di Guspini.

L’ampio programma è reso possibile anche grazie al supporto dei numerosi partner e collaboratori, che accompagneranno i visitatori nelle varie attività previste.

Per altre informazioni consultare il Sito ufficiale della manifestazione: www.sagradelmiele.it